Il Pastore Belga Malinois: un vigilante attento.

Pastore Belga MalinoisLa razza ha origini in Belgio, nella antica città belga denominata Malines, da cui prende il nome (Pastore Belga Malinois) e che si trova nei pressi di Anversa. E’ classificato nel Gruppo Uno che comprende i Cani da Pastore e Bovari (con esclusione del bovaro svizzero). E’ una variante con il pelo corto del Cane da Pastore Belga e trae origine dai can i pastori del Centro Europa. Oggi come oggi le varianti esistenti dei Pastori Belgi sono 4, anche se originariamente se ne contavano 5. Il Pastore Belga Malinois è molto comune e molto noto in Belgio. Vengono allevati anche in Italia e sono stati selezionati tempo addietro da una moltitudine di allevatori italiani e, tra questi, ricordiamo A. Tavazzani.

Il Pastore Belga Malinois: l’ aspetto nel suo insieme.

Il Pastore Belga Malinois è compreso tra i cani mediolinei ed è da considerarsi di taglia media. Di proporzioni armoniche il Cane da Pastore Belga Malinois è un animale molto intelligente, rustico, fortemente orientato a vivere nei grandi spazi aperti ed è strutturalmente resistente alle condizioni di tempo atmosferico anche fortemente avverse ed alle repentine ed intense mutazioni climatiche, che sovente affliggono il territorio belga. Questa razza si deve al primo colpo d’occhio distinguersi per robustezza ma anche per eleganza. Vi sono comprese 4 varianti con proprietà fisiche e comportamentali identiche e che si distinguono solo per la colorazione del manto e per la struttura dei suoi peli.

Sono molto importanti le misure:

Lunghezza dall’ estremità della spalla all’ estremità opposta della natica: sessantadue centimetri
Lunghezza dorsale a partire dal garrese fino al bacino, all’ altezza della cresta: quarantuno centimetri
Circonferenza toracica all’altezza della parte posteriore dei gomiti: settantacinque centimetri (min)
Altezza toracica: trentuno centimetri
Altezza rispetto a terra dell’ estremità inferiore del torace: trentuno centimetri
Lunghezza di tutta la testa: venticinque centimetri
Lunghezza del solo muso: dodici e 1/2 – tredici centimetri
Peso: min venticinque max trenta kg

 

Il Pastore Belga Malinois: che carattere ha?

Pastore Belga Malinois

Come già scritto sopra le 4 varianti del Pastore Belga Malinois hanno il medesimo carattere e comportamento, è un animale che si affeziona molto e molto facilmente al suo padrone ed anche alla sua famiglia. E’ istintivamente molto portato per il compito di guardia di tutta la proprietà e, soprattutto delle greggi. E’ sempre molto vigile ed attento: l’ espressione dello sguardo, sempre vispo e curioso come quella del Pastore Belga Malinois è caratteristica dei cani molto intelligenti. Ove mai dovesse servire, il Pastore Belga Malinois è anche pronto alla difesa delle persone che ama, dimostrando impavidità e, al tempo stesso, destrezza. Gioca molto con i bambini senza stancarsi mai.

Il Pastore Belga Malinois: gli standard:

L’ altezza:

Individui di sesso maschile: sessantadue centimetri

Individui di sesso femminile: cinquantotto centimetri

(si tollerano fino a due centimetri in meno e fino a quattro centimetri in più).

Il peso:

A partire dai venticinque chilogrammi fino ad un massimo di  trenta chilogrammi.

Il tronco:

Pur denotando possanza non appare mai “pesante”. Il petto  non è troppo largo, ma senza potersi annoverare tra quelli “stretti”. Idem dicasi per il torace che, però, è ben profondo ed anche ben disceso. Le costole, ben curve nella porzione superiore, circoscrivono armonicamente la gabbia toracica. Il garrese è ben delineato. La linea superiore si presenta ben dritta, ma anche larga e dai muscoli potenti. Il ventre non è eccessivamente sviluppato mentre la groppa, che presenta una leggera inclinazione, è sufficientemente larga, ma senza eccedere.

La testa ed il muso:

Cesellati bene, lunghi ma non in eccesso, ed asciutti. Il muso ed il cranio hanno lunghezze uguali ed il muso rientra tra le lunghezze medie. Bella dritta è la canna nasale e gli assi craniofacciali si presentano paralleli. La pelle delle labbra è di spessore minimo e la guancia si presenta bella piatta anche se ben dotata di muscolatura. Lo stop è annoverabile tra quelli moderati, e non troppo sporgenti sono le arcate sopraccigliari. Di misura media la lunghezza del cranio.

Il tartufo:

Di pigmentazione profondamente nera, correttamente aperte le nari.

I denti:

Regolare la dentatura ben impiantata in mandibola e mascella. La modalità di chiusura delle arcate dentali è a forbice.

Il collo:

Un po’ oblungo, presenta una evidente muscolatura e non ha la giogaia. Un po’ arcuato il profilo della nuca.

Le orecchie:

Hanno una evidente forma a triangolo ed una struttura dritta e rigida, con attaccatura alta e sono ben proporzionate nelle dimensioni, con una conchiglia di forma piacevolmente arrotondata all’ attaccatura.

Gli occhi:

Di dimensioni medie, sono leggermente a forma di mandorla, con un colorito brunito (meglio quando sono molto scuri).

Gli arti:

Pastore Belga Malinois

Presentano ossa ben compatte e muscoli forti ed asciutti. Generosa la lunghezza e potente la muscolatura degli avambracci. Anche il metacarpo si presenta ben corto e forte. Le giunture non presentano segni di rachitismi. Il piede è alquanto rotondo, con il posteriore potente e perfettamente appiombato in modo perpendicolare a terra. La coscia è ben larga e dotata di muscolatura possente. La gamba è ben lunga e larga. I metatarsi cono ben potenti e corti.

La spalla:

Si presenta di adeguata lunghezza ed un po’ di obliquità. Aderisce bene.

L’ andatura:

E’ necessario che sia tra le più sciolte e vivaci e deve coprire il suolo quanto meglio.

La muscolatura:

Bella possente, ne beneficia soprattutto l’ arto posteriore.

La coda:

Posizionata bene, robusta all’ attaccatura rientra tra le lunghezze medie.

Pelle: risulta essere dotata di grande elasticità, però aderisce molto bene sul corpo di tutto l’ animale. La mucosa esterna è vistosamente pigmentata.

Il pelo:

Si presenta tra i più corti sul cranio, come sulle porzioni esterne dell’ orecchio ed anche sulle parti inferiori di ogni arto. Diventa un po’ più a cespuglio sulla coda, così come nelle regioni del collo, laddove viene disegnato come un collare di piccole dimensioni che partendo dall’ attaccatura dell’ orecchio, si prolunga fino alla regione della gola. Anche i bordi della coscia sono frangiati con pelo più lungo. I peli sulla coda assumono la morfologia detta  “a spiga”.

I Colori che possono essere ammessi:

Solamente i fulvi carbonati con maschere nere.

I difetti comuni:

Peli molto lunghi, prognatismi anche di leve entità, enognatismi, setosità dei peli, ondulazione o cortezza del pelo, disseminazione a ciocche di peli sottili, code con il ciuffo, misure non nella norma, colorazioni non catalogate, lunghezza del muso, orecchie che pendono, assenza dei premolari, andatura non corretta, colorazione chiara dell’ iride, apertura dei piedi, drittezza eccessiva delle spalle, debolezza all’ arto posteriore, drittezza dei garretti, altezza della postura della coda, mancanza del sottopelo.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *